Al momento stai visualizzando MUSEI DA VISITARE
  • Commenti dell'articolo:0 commenti
  • Tempo di lettura:9 minuti di lettura

Museo delle Belle Arti di Valencia

Il museo più importante della Comunità di Valencia, fondato nel 1837 attualità. Per l’importanza delle sue collezioni, è uno dei primi musei di pittura della Spagna, essendo un chiaro punto di riferimento per quanto riguarda gli antichi maestri valenciani. Nel 1936, con la Guerra Civile, il Museo è stato smontato e utilizzato come magazzino del Tesoro Artistico, trasferendo parte dei suoi fondi a Madrid. Alla fine della guerra, e come conseguenza dello stato rovinoso dell’edificio, si decise di trasferire il Museo al Collegio Seminario di San Pio V, attuale sede del Museo delle Belle Arti di Valencia. Al suo interno possiamo apprezzare un ampio sfondo di disegni, incisioni e sculture, pezzi archeologiche, frammenti architettonici, e soprattutto una grande pinacoteca. Il suo attraente viene dalla grande varietà e perché permette una lettura corretta, ampia e continua dei movimenti e dei generi della pittura dal XIV secolo all’inizio del XX secolo. In qualche modo riflette tutta la fruttuosa cava di artisti valenziani in diversi periodi della storia della pittura. È di rilevanza internazionale la sua collezione di tavole gotiche valenciane del XIV e XV secolo, anche se alcuni dei suoi gioielli più conosciuti sono L’autoritratto di Velázquez e due da maestri italiani: una pala completa di Gherardo Starnina e una Vergine con il Bambino e donatore di Pinturicchio. Questo è un museo che ti consigliamo di visitare nella tua vacanza a Valencia soprattutto se sei un amante dell’arte e della storia.

Orario: Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica: 10:00 to 20:00
Indirizzo: Calle de Sant Pius V, 9, 46010 València
Prezzo: Ingresso gratuito

 Museo delle Scienze

Il Museo delle Scienze, situato nel complesso della Città delle Arti e delle Scienze della città di Valencia e inaugurato il 13 novembre 2000. Si caratterizza per il suo metodo didattico interattivo e per spiegare la scienza, l’evoluzione della vita, la tecnologia e l’ambiente. Il motto presentato dal museo è “Vietato non toccare, non sentire, non pensare”, in questo modo diventa uno strumento di apprendimento, educazione e il rilancio della capacità critica della popolazione. Tra le esposizioni evidenziate nel museo ci sono: Marte, Teatro della Scienza, Segreti dell’Universo, Giardino di Astronomia e la protezione delle terre secche per raggiungere gli obiettivi dello sviluppo sostenibile. Il suo metodo di insegnamento, attività e pubblicazioni lo ha trasformato in un trasmettitore di conoscenza tra il mondo scientifico-educativo e tutta la società. Ti invitiamo a visitare questo incredibile museo con attrazioni per tutte le età, che sicuramente godrete la vostra visita.

Orario: Dal lunedì alla domenica: dalle 10:00 alle 18:00 e dalle 10 alle 19 h. (Dalle 10 alle 21 h. in estate)
Indirizzo: Av. del Professor López Piñero, 7, 46013 Valencia
Prezzo: 8€

                                             

Museo Nazionale di Ceramica

L’incredibile Museo Nazionale di Ceramica e Arti Suntuarie González Martí è situato nel palazzo del Marchese de Dos Aguas, è frutto della passione per la ceramica e il collezionismo del suo fondatore, di chi porta il nome. La sua creazione ha avuto luogo il 7 febbraio 1947 a partire dalla donazione allo Stato della collezione di ceramica del matrimonio composto da Amelia Cuñat e Monleón, e Manuel González Martí, inaugurato come museo il 18 giugno 1954. La collezione donata da Manuel González Martí ha rappresentato l’inizio di questo spazio che ha aumentato i suoi fondi con mobili, abbigliamento e pittura. Nel museo spicca la collezione di ceramica medievale cristiana proveniente da Manises e Paterna, la Carrozza dei Ninots (realizzata da Rovira e Vergara verso 1750), i pezzi di ceramiche antiche e le piastrelle medievali valenciane e produzioni della Fabbrica Reale di Alcora. Oltre ad altre collezioni come i mobili originari del Palazzo e oggetti familiari dei Benlliure, di Carmelo Vicent o di Salvador Giner, schizzi di manifesti e incisi di Luis García Falgás e Luis García Oliver, oggetti di Vicente Blasco Ibáñez e la collezione ex-libris di Agustín Arrojo Muñoz. Il museo è composto da tre piani (pianta bassa, prima e seconda), ogni sezione ospita diverse sale con una grande storia da raccontare. Si consiglia di visitare questo bel museo, in cui basta entrare dalla porta principale e vi trasporterà nel tempo, è una vera esperienza che non si può perderé.

Orario: Dal martedì al sabato dalle 10:00 alle 14:00 h. e dalle 16:00 alle 20:00 h. Domenica e festivi dalle 10 alle 14.
Indirizzo: Rinconada García Sanchiz 6, 46002 València
Prezzo: 3 € (adulti), 1,50€ (gruppi). Sotto i 18 anni, sopra i 65 anni, disoccupati e pensionati, ingresso gratuito. Sabato pomeriggio e domenica ingresso gratuito

 Museo della Seta

Il Museo della Seta ha origine nel XV secolo Arte Maggiore della Seta. La trama dell’edificio attuale è stata acquistata nel 1494, ma l’edificio (che è stato dichiarato monumento storico-artistico nazionale nel 1981) ha sofferto varie trasformazioni architettoniche lungo la sua storia, così mostra uno stile principalmente barocco, con elementi gotici. Nasce dalla necessità di unificare i criteri per la produzione della seta a Valencia dati i conflitti originati dalla mancanza di qualità di alcuni produttori. Il Museo è composto da tre sale principali piene di storia, la prima è la Sala della Fama, il soggiorno principale della scuola e dove si riunivano i massimi dirigenti dell’istituzione. L’affresco del tetto di José Vergara ed il pavimento di ceramica valenciana del secolo XVIII sono le sue principali attrazioni. In secondo luogo, la cappella, decorata con pavimento in piastrelle bianche e verdi che creano uno spettacolare effetto ottico. E infine, l’archivio storico, con innumerevoli documenti che conservano la storia della corporazione nel corso di cinque secoli. Tra questi documenti possiamo evidenziare i libri di verbali, libri di insegnanti ufficiali e apprendisti, libri di amministrazione e di ispezione fabbriche e negozi. Da notare che il Collegio, nel suo lavoro di ispezione, poteva arrivare a confiscare e bruciare tessuti che non sarebbero conformi alle ordinanze. La storia economica valenciana non può essere intesa senza i contributi documentali di questo archivio. In questo caso, la documentazione è importante non solo per il valore delle informazioni che si può trovare in esso, ma per la continuità documentaria di esso. Questo prezioso patrimonio addentra chiunque lo visita nella ricca storia della seta che ha vissuto Valencia per tre secoli.

Orario: Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato: dalle 10:00 alle 19:00. Domenica:  dalle 10:00 alle 14:30.
Indirizzo: Calle del’Hospital, 7, 46001 València                                                       Prezzo: 7€ generale. Meno di 12 anni, ingresso gratuito.

 Museo Oceanográfico

Il 14 febbraio 2003 è stato inaugurato il più grande acquario d’Europa, situato nella Città delle Scienze e delle Arti. Questo bellissimo complesso è opera degli architetti Félix Candela e José María Tomás Llavador, e degli ingegneri Alberto Domingo e Carlos Lázaro, dove i diversi habitat marini (mari e oceani) sono rappresentati in un’area di circa 110.000 m2. Le strutture sono dedicate ai seguenti ambienti acquatici: Mediterraneo, zone umide, mari temperati e tropicali, oceani, Antartico, Artico, isole e Mar Rosso.Tra la sua fauna ci sono delfini, beluga, leoni marini, foche, pinguini, tartarughe, squali, razze , pesci, meduse, stelle, ricci di mare, crostacei, tra gli altri, granseole, nonché rettili e uccelli tipici delle zone umide, come quelli che vivono nell’Albufera de Valencia e nelle mangrovie tropicali. Association of Zoos and Aquariums, è il primo acquario in Europa accreditato dall’American Association of Zoos and Aquariums (AZA), l’accreditamento più esigente al mondo per la cura e il benessere degli animali. Inoltre, l’Oceanogràfic de Valencia ha ottenuto la certificazione per il benessere degli animali rilasciata dall American Humane (AH) attraverso il suo programma Human Conservation.

Orario: dal lunedì alla domenica dalle 10:00 alle 18:00
Indirizzo: Calle d’Eduardo Primo Yúfera, 1B, 46013 Valencia
Prezzo: € 27,90 adulti, € 21,00 Ridotto, € 12,55 Gruppi scolastici, ingresso gratuito per
bambini da 0 a 3 anni.

Lascia un commento